AddettiAntincendio.net

Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

SIMULAZIONE ESAME

I quesiti a Risposta Multipla (10 domande) e i Vero/Falso (20 domande) sottostanti sono stati generati in maniera automatica dal database utilizzato per l'Esame di accertamento della idoneità tecnica per il personale incaricato di svolgere, nei luoghi di lavoro, mansioni di addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell’emergenza.

Quesiti Risposta Multipla

Nel caso di un dardo di fuoco originato da una fuga di gas da una tubazione o da una flangia si procede immediatamente:
L'autonomia di un impianto di illuminazione di emergenza deve essere non inferiore a:
Il comportamento che tutti i dipendenti di una attività a rischio devono seguire in caso di allarme è:
Delle seguenti coppie di grandezze fisiche quella che compare nel diagramma che descrive l'andamento di un incendio è:
Sull'etichetta di un estintore di tipo approvato devono essere riportati i seguenti dati:
Le vie di esodo sono una misura di:
Per la protezione da incendio di un apparecchio elettrico è preferibile usare:
Un cartello circolare rosso secondo il D.Lgs. n. 493/96 segnala:
Si definisce gas compresso:
Il migliore agente estinguente utilizzabile per un incendio di liquidi infiammabili è:

Quesiti Vero/Falso

Sono misure di protezione attiva quelle che hanno bisogno per attivarsi di energia e/o dell’intervento dell’uomo.
Le vie di esodo devono essere prive di ostacoli.
La compartimentazione di un edificio è la suddivisione del suo spazio interno in spazi più piccoli per mezzo di strutture resistenti al fuoco.
E' opportuno, prima di avvicinarsi all'incendio, non provare l'estintore perché andrebbe sprecato parte dell'agente estinguente.
La protezione passiva è l’insieme delle misure di protezione che non richiedono l’azione di un uomo o l’azionamento di un impianto.
Tra gli elementi di protezione passiva si annoverano le vie d'esodo.
In funzione della loro densità rispetto all'aria i gas possono essere classificati come segue: gas leggero, gas pesante.
Qualche volta l'acqua può essere usata per spegnere un impianto elettrico sotto tensione che sta bruciando.
Un combustibile può essere esclusivamente gassoso.
I combustibili possono presentarsi sia allo stato solido che liquido che gassoso.
Il piano d'emergenza deve essere complesso e dettagliato.
Le schede di sicurezza delle sostanze pericolose presenti all’interno dell’azienda devono essere tenute a disposizione dei lavoratori.
L'elemento costruttivo che, a seguito di una predeterminata sollecitazione termica mantiene la sola stabilità per un'ora, si identifica con il simbolo: R 60.
Per lo spegnimento di un incendio normalmente si utilizza una combinazione delle operazioni di esaurimento del combustibile, di soffocamento e di raffreddamento.
I rilevatori automatici di incendio vengono normalmente posizionati in alto perché i prodotti della combustione vanno verso l'alto.
Il combustibile, il comburente e l'innesco fanno parte del triangolo del fuoco .
Un impianto di spegnimento a diluvio prevede l’allagamento completo con almeno 10 cm d’acqua del locale protetto.
Durante l'evacuazione dal posto di lavoro si può tornare indietro per riprendere gli oggetti dimenticati.
L’autorespiratore viene indossato prima di entrare nella zona a rischio.
L'estintore va usato avendo cura che l'operatore si trovi a circa 20 metri dalle fiamme.

AddettiAntincendio.net

Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

© 2015 - Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI

GUIDEeTUTORIALS.it

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli