AddettiAntincendio.net :: Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

SIMULAZIONE ESAME

I quesiti a Risposta Multipla (10 domande) e i Vero/Falso (20 domande) sottostanti sono stati generati in maniera automatica dal database utilizzato per l'Esame di accertamento della idoneità tecnica per il personale incaricato di svolgere, nei luoghi di lavoro, mansioni di addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell’emergenza.

Quesiti Risposta Multipla

Sull'etichetta di un estintore di tipo approvato devono essere riportati i seguenti dati:
La compartimentazione di un edificio mediante muri e solai tagliafuoco viene detta:
L'autonomia di un impianto di illuminazione di emergenza deve essere non inferiore a:
Delle seguenti coppie di grandezze fisiche quella che compare nel diagramma che descrive l'andamento di un incendio è:
Un cartello circolare rosso secondo il D.Lgs. n. 493/96 segnala:
Le vie di esodo sono una misura di:
Si definisce gas compresso:
La ventilazione naturale dei locali può essere ottenuta:
Gli estintori ad idrocarburi alogenati agiscono principalmente per:
L'ogiva delle bombole contenenti ossigeno è colorata in:

Quesiti Vero/Falso

Uno dei principali provvedimenti di protezione passiva consiste nella compartimentazione.
Al di sopra della temperatura di autoaccensione è necessaria una scintilla per dare inizio alla combustione.
I comburenti sono sostanze che non partecipano alla combustione.
Gli estintori e gli idranti sono misure di protezione attiva.
La resistenza al fuoco di un elemento strutturale in acciaio si può migliorare rivestendolo con alluminio anodizzato.
Affinchè l’uso dell’estintore sia efficace indirizzare il getto sulla sommità delle fiamme.
Una possibile causa d’incendio è lasciare le apparecchiature elettriche sotto tensione anche quando non utilizzate.
Il combustibile è l'aria necessaria alla combustione.
I parametri di pericolosità delle sostanze infiammabili sono il limite inferiore di infiammabilità, limite superiore di infiammabilità, temperatura di autoaccensione, energia minima di innesco.
Sull’etichettatura dell’estintore è indicato il tipo di focolare per il quale può essere utilizzato.
Gli idranti stradali sono derivati da un corso d'acqua (fiume,torrente).
I presidi antincendio sono degli strumenti di protezione attiva.
Tra gli elementi di protezione passiva si annoverano gli impianti di allarme acustico.
Perché avvenga un incendio devono esserci contemporaneamente i seguenti elementi: il comburente, il combustibile e un opportuna temperatura.
Un impianto di rilevazione automatica può azionare un impianto di spegnimento automatico.
Per estinguere un incendio con un estintore è opportuno indirizzare il getto di estinguente alla sommità della fiamma .
E' preferibile affrontare un incendio con estintori portatili solo se si tratta di un fuoco di classe "A".
I liquidi infiammabili di categoria A hanno il punto di infiammabilità compreso tra 21°C e 65°C.
In un liquido infiammabile tanto più è bassa la temperatura d’infiammabilità tanto prima si ha la possibilità che si formino vapori in quantità tale da essere incendiati.
Il principale vantaggio dell’uso di un getto d’acqua frazionato rispetto al getto pieno è la maggiore capacità di raffreddamento

AddettiAntincendio.net - Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

© 2013 - Webmaster & designer: Corrado Del Buono - Tutti i diritti riservati.