AddettiAntincendio.net

Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

SIMULAZIONE ESAME

I quesiti a Risposta Multipla (10 domande) e i Vero/Falso (20 domande) sottostanti sono stati generati in maniera automatica dal database utilizzato per l'Esame di accertamento della idoneità tecnica per il personale incaricato di svolgere, nei luoghi di lavoro, mansioni di addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell’emergenza.

Quesiti Risposta Multipla

Gli autorespiratori a ciclo aperto dispongono di bombole contenenti:
La maschera a filtro si può usare in ambiente con presenza di ossigeno non inferiore:
Una bassa temperatura di infiammabilità indica che una sostanza:
L'autonomia di un impianto di illuminazione di emergenza deve essere non inferiore a:
La sabbia è una sostanza la cui principale azione estinguente è:
La schiuma è un materiale:
L'ogiva delle bombole contenenti ossigeno è colorata in:
L'acqua come agente estinguente è consigliata per incendi di:
Durante lo stendimento di una tubazione il raccordo maschio va sempre portato:
Gli idranti esterni sono di colore:

Quesiti Vero/Falso

I gas con densità relativa all’aria maggiore di 0,8 sono da considerarsi gas pesanti.
Le misure "di protezione" servono a ridurre le conseguenze dell’incendio.
Le benzine hanno una temperatura di infiammabilità minore di 21°C
Per spegnere un incendio di apparecchiature elettriche sotto tensione il mezzo più idoneo è l’acqua.
Le benzine hanno una temperatura di infiammabilità superiore a 21°C
Il calore non è la causa principale della propagazione degli incendi.
La temperatura alla quale è conservata una sostanza combustibile solida condiziona la facilita’ di innesco di un incendio.
L’aria teorica di combustione è la quantità d’aria necessaria per raggiungere la combustione completa di tutti i materiali combustibili.
Fra i composti delle polveri vi possono essere solfato di ammonio e bicarbonato di sodio.
Le uscite di sicurezza, visto che non sono normalmente utilizzate, possono rimanere, durante l’esercizio dell’attività, chiuse a chiave.
La produzione dei gas di combustione dipende dal tipo di combustibile, dalla percentuale di ossigeno presente e dalla temperatura raggiunta nell’incendio.
Una rete di idranti UNI 45 deve essere mantenuta costantemente sotto pressione.
Le polveri antincendio sono un miscuglio di talco e polvere di ferro.
Gli estintori e gli idranti devono risultare bene nascosti per evitare il rischio di furti e danneggiamenti.
I gas di combustione sono quei prodotti della combustione che rimangono allo stato gassoso anche quando raggiungono raffreddandosi la temperatura ambiente di riferimento di 15°C.
Gli estintori e gli idranti devono risultare ubicati in posizione segnalata con appositi cartelli e risultare costantemente fruibili.
I limiti di infiammabilità individuano il campo di infiammabilità all’interno del quale si ha, in caso d’innesco, l’accensione e la propagazione della fiamma nella miscela.
Un impianto di spegnimento a diluvio prevede l’allagamento completo con almeno 10 cm d’acqua del locale protetto.
Il campo di infiammabilità di un gas è sempre delimitato dal limite superiore e limite inferiore di infiammabilità.
L’ossido di carbonio (CO) è un gas tossico.

AddettiAntincendio.net

© 2015 - Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli