AddettiAntincendio.net :: Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

SIMULAZIONE ESAME

I quesiti a Risposta Multipla (10 domande) e i Vero/Falso (20 domande) sottostanti sono stati generati in maniera automatica dal database utilizzato per l'Esame di accertamento della idoneità tecnica per il personale incaricato di svolgere, nei luoghi di lavoro, mansioni di addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell’emergenza.

Quesiti Risposta Multipla

Gli idranti esterni sono di colore:
Durante la chiamata ai servizi di soccorso si devono fornire le seguenti informazioni:
La ventilazione naturale dei locali può essere ottenuta:
Delle seguenti coppie di grandezze fisiche quella che compare nel diagramma che descrive l'andamento di un incendio è:
Le vie di fuga vengono segnalate:
Con la sigla REI 120 si indica:
L'ossido di carbonio (CO) ha le seguenti caratteristiche:
Gli autorespiratori a ciclo aperto dispongono di bombole contenenti:
Durante lo stendimento di una tubazione il raccordo maschio va sempre portato:
L'ordine di evacuazione di un edificio può essere dato:

Quesiti Vero/Falso

L’aria teorica di combustione è la quantità d’aria necessaria per raggiungere la combustione completa di tutti i materiali combustibili.
Le ringhiere delle scale devono essere capaci di sopportare la spinta della folla.
Le misure di prevenzione incendi sono finalizzate alla riduzione della probabilità di accadimento di un incendio.
In caso di incendio in edifici civili o industriali è fatto divieto assoluto di usare gli idranti.
Le aree del luogo di lavoro che normalmente non sono frequentate da personale ed ogni area dove un incendio potrebbe svilupparsi senza preavviso, devono essere tenute libere da materiali combustibili non essenziali.
Tra gli elementi di protezione attiva si annoverano le uscite di sicurezza.
Il calore è dannoso per l’uomo potendo causare la disidratazione dei tessuti, difficoltà o blocco della respirazione e scottature.
Tra gli elementi di protezione attiva si annoverano le distanze di sicurezza interne.
Il legno allo stato di segatura è estremamente pericoloso e, allorchè disperso in aria, può addirittura dar luogo ad esplosioni.
Uno dei principali provvedimenti di protezione passiva consiste nell'evitare l'uso di fiamme libere.
I liquidi di categoria A sono quelli che hanno una temperatura di infiammabilità inferiore a 21°C.
Le polveri di carbone in sospensione nell'aria non sono esplosive.
I gas in funzione delle modalità di stoccaggio possono essere classificati come segue: gas compressi, gas liquefatti, gas refrigerati, gas disciolti.
Il " flash over " è una fase dell'incendio in cui la temperatura cresce in tempi brevissimi fino a valori molto alti.
Negli estintori il gas inerte propellente può essere l'azoto.
I parametri di pericolosità delle sostanze infiammabili sono il limite inferiore di infiammabilità, limite superiore di infiammabilità, temperatura di autoaccensione, energia minima di innesco.
Utilizzando contemporaneamente due estintori per ottenere la massima efficacia occorre agire ponendosi in modo da formare un angolo massimo di 90 gradi.
Si intende per temperatura di infiammabilità la quantità di combustibile nell'aria necessario per la propagazione della fiamma.
L'odore caratteristico dell'ossido di carbonio è simile all'odore di zolfo.
L’incendio di norma viene suddiviso in due fasi: a) Fase iniziale o ignizione;b) Fase finale o estinzione.

AddettiAntincendio.net - Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

© 2013 - Webmaster & designer: Corrado Del Buono - Tutti i diritti riservati.