AddettiAntincendio.net

Teoria e quiz interattivi per la formazione del personale addetto al servizio antincendi

Corso Antincendio
I parametri fisici e chimici della combustione

I principali parametri fisici e chimici della combustione

La combustione è caratterizzata da numerosi parametri fisici e chimici. Analizziamo i principali.

Temperatura di accensione (o di autoaccensione)

La minima temperatura alla quale la miscela combustibile - comburente inizia a bruciare spontaneamente in modo continuo senza ulteriore apporto di calore o di energia dall’esterno.

Aria teorica di combustione

La quantità di aria necessaria per raggiungere la combustione completa del materiale combustibile.

Temperatura di infiammabilità

La temperatura minima alla quale i liquidi infiammabili o combustibili emettono vapori in quantità tali da incendiarsi in caso di innesco.

I liquidi sono in equilibrio con i propri vapori che si sviluppano sulla superficie di separazione tra pelo libero del liquido e aria.

La combustione avviene quando, in corrispondenza della suddetta superficie i vapori dei liquidi infiammabili o combustibili, miscelandosi con l’ossigeno dell’aria sono opportunamente innescati.

Limiti di infiammabilità

Tali limiti individuano il campo di infiammabilità all’interno del quale si ha, in caso d’innesco, l’accensione e la propagazione della fiamma nella miscela. Si dividono in:

  • Limite inferiore di infiammabilità - La più bassa concentrazione in volume di vapore della miscela al di sotto della quale non si ha accensione in presenza di innesco per carenza di combustibile
  • Limite superiore di infiammabilità - la più alta concentrazione in volume di vapore della miscela al di sopra della quale non si ha accensione in presenza di innesco per eccesso di combustibile limite superiore di infiammabilità

Limiti di esplodibilità

I limiti di esplodibilità sono posizionati all’interno del campo di infiammabilità.

  • Limite inferiore di esplobilità - La più bassa concentrazione in volume di vapore della miscela al di sotto della quale non si ha esplosione in presenza di innesco
  • Limite superiore di esplodibilità - La più alta concentrazione in volume di vapore della miscela al di sopra della quale non si ha esplosione in presenza di innesco

Temperatura teorica di combustione

Il più elevato valore di temperatura che è possibile raggiungere nei prodotti di combustione di una sostanza.

TEMPERATURA DELLE FIAMME

I valori indicativi della temperatura delle fiamme varia a seconda del tipo di combustibile:

  • Combustibili solidi: da 500 a 800 °C
  • Combustibili liquidi: da 1300 a 1600 °C
  • Combustibili gassosi: da 1600 a 3000 °C

Potere calorifico

Quantità di calore prodotta dalla combustione completa dell’unità di massa o di volume; si definisce:

  • Potere calorifico superiore (P.C.S.) - Si considera anche il calore di condensazione del vapore d’acqua prodotto (calore latente di vaporizzazione)
  • Potere calorifico inferiore (P.C.I.) - Non si considera il calore di evaporazione del vapore acqueo.

In genere nella prevenzione incendi viene considerato sempre il potere calorifico inferiore.

CARICO DI INCENDIO

Potenziale termico netto della totalità dei materiali combustibili contenuti in uno spazio, corretto in base ai parametri indicativi della partecipazione alla combustione dei singoli materiali.

AddettiAntincendio.net

© 2015 - Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli